Arta Terme

due giorni tra natura, relax e tradizioni locali

La nostra regione è davvero talmente ricca di tradizioni, storia e cultura che ogni giorno ci rendiamo conto di quanto ci sia ancora da scoprire su di essa.

Abbiamo trascorso due giorni ad Arta Terme ospiti del B&B Profum di Bosc: ci siamo lasciati coccolare gustando ottimo cibo, staccando la spina e godendoci il silenzio che solo questi luoghi ti sanno regalare.

ARTA TERME

Arta Terme è un piccolo borgo della Carnia conosciuto fin dall’antichità per la presenza di una fonte di acque sulfuree. La presenza delle terme curative ha reso famoso questo luogo in tutta Italia ed Europa, tant’è che è stato frequentato, negli anni, da personalità di rilievo come Giosuè Carducci, Caterina Percoto, Pier Paolo Pasolini.

Oggi il turismo di massa si è spostato verso altre destinazioni, facendo emergere la vera bellezza di questi luoghi: territori ricchi di tradizioni, di natura incontaminata, di gente vera.

Vi abbiamo trascorso due giorni ospiti del B&B Profum di Bosc: ci siamo lasciati coccolare gustando ottimo cibo, staccando la spina e godendoci il silenzio che solo questi luoghi ti sanno regalare.

NATURA, RELAX & TRADIZIONI LOCALI

La nostra regione è davvero talmente ricca di tradizioni, storia e cultura che ogni giorno ci rendiamo conto di quanto ci sia ancora da scoprire su di essa.

Questi due giorni ad Arta Terme ci hanno fatto scoprire molte cose davvero incredibili, che ignoravamo, nonostante fossimo passati da queste parti diverse volte.

La nostra Regione, ma in particolare la Carnia, va vissuta così: lentamente e approfonditamente. Non basterebbe un anno per conoscere a fondo un singolo borgo, ma per riuscire a coglierne almeno l’essenza è necessario un approccio slow, a stretto contatto con la natura e la gente del luogo.

Ed è proprio questo che propone Silent Alps, il consorzio turistico di Arta Terme, che ti ricorda che qui troverai ciò che di più prezioso esiste: il silenzio, la sensibilità e l’essenza dei luoghi e delle persone. Ed è così, allora, che potrai davvero superare i tuoi limiti, sentire attraverso tutti e cinque i sensi e ricaricare le energie dedicando del tempo a te stesso.

In questi due giorni….

  • abbiamo superato i nostri limiti

Il silenzio delle montagne, l’aria pungente, il cielo stellato: una ciaspolata al calar del sole sul Monte Zoncolan con aperitivo rigenerante in Baita Goles.

  • abbiamo sentito attraverso tutti i cinque sensi

…ma soprattutto con il gusto, grazie alle leccornie gustate all’Agriturismo Monte Dauda e all’Hotel Park Oasi. Oltre ai classici della Carnia, come il frico e i cjarsons, non ci siamo fatti mancare piatti più ricercati, come le erbe di montagna sott’olio raccolte a mano durante l’estate e conservate per arricchire pietanze o accompagnare salumi e formaggi.

  • abbiamo ricaricato le energie

riposando al B&B Profum di Bosc lontano dal traffico, rigenerandoci alle Terme di Arta e rallentando i ritmi della vacanza cercando di apprezzare ogni singolo dettaglio.

CARNIA GREETERS

Volete scoprire anche voi il nostro territorio in modo autentico?

Allora scegliete una delle esperienze di Silent Alps (le trovate sul loro sito silentalps.it) oppure prenotate un’escursione con i Carnia Greeters!

Chi sono i Carnia Greeters?

Un gruppo di volontari locali che ama il proprio territorio e lo conosce a fondo. Vi accompagnano fuori dai tradizionali circuiti turistici, lungo sentieri, itinerari, percorsi sia naturalistici che di fondovalle. Ogni passeggiata con un Greeter è unica, perché egli vi racconterà storie, leggende, tradizioni della sua Terra che in pochi conoscono, e lo farà con i suoi occhi, attraverso i suoi ricordi e le sue esperienze.

Anche Cristina e Roberto, proprietari del B&B Profum di Bosc, sono Greeters, e Roberto ci ha infatti accompagnato in una passeggiata lungo le vie di Piano d’Arta. Siamo rimasti colpiti da come ogni strada racchiudesse una storia: la casa in cui ha dormito Pasolini, l’antico “Noce dei Luigi”, la tradizione dei Re Magi, la leggenda della roccia di Araseit (una parete rocciosa con le sembianze di un teschio), storie di sbilfs, di fate e di folletti.

Riepilogo

Come arrivare ad Arta Terme: da Udine percorrere l’Autostrada A23, prendere l’uscita Carnia Tolmezzo, seguire la statale 52 fino a Tolmezzo, prendere verso Passo Monte Croce Carnico sulla statale 52 bis.

Dove mangiare: Agriturismo Monte Dauda (Fielis) oppure Park Hotel Oasi (Piano d’Arta)

Dove alloggiare: al B&B Profum di Bosc

 

Potrebbe interessarti anche…

Comments

comments