Una giornata a Barcis

Vecchia strada della Valcellina e ponte tibetano

Acque cristalline e profondi canyon scavati nella roccia lungo un percorso adatto a tutti che segue la vecchia strada della Valcellina, un tempo unico collegamento con la pianura. Scopri assieme a noi i luoghi più suggestivi di Barcis!

Barcis

Barcis è un piccolo paesino in provincia di Pordenone, e precisamente in Valcellina, la valle che separa le Prealpi Carniche dalle Prealpi Bellunesi.

Il paese è noto soprattutto per l’omonimo lago artificiale dalle acque color smeraldo, dove si praticano diversi sport nautici e le cui sponde sono ricche di sentieri per gli appassionati di escursioni.

In Valcellina, a pochi km da Barcis, si trova Maniago, la città nota per l’arte fabbrile che le ha assegnato il nome di “città del coltello”.

Visitare questo lago è sempre un’ottima idea quando si vuole scappare dal caldo della città! Qui, infatti, c’è sempre una temperatura piacevole e mite, anche se ci troviamo a soli 400 m s.l.m circa.

Riserva Naturale Forra del Cellina

La Forra del Cellina è un vero e proprio canyon in cui rocce carsiche scendono a picco sul torrente Cellina, le cui acque blu e cristalline creano un affascinante contrasto con la roccia bianca.

Questi paesaggi si possono godere percorrendo il Sentiero del Dint, un sentiero di circa 4 km che si snoda nel bosco ed è caratterizzato da vari belvedere, oppure scegliendo la Vecchia Strada della Valcellina, un percorso che si snoda appunto lungo quella che un tempo era l’unica via che collegava Barcis alla pianura.

Noi li abbiamo percorsi entrambi, ma la vecchia strada della Valcellina ci ha colpito sicuramente di più. Il sentiero del Dint, infatti, si snoda principalmente nel bosco e l’acqua è visibile soltanto dai due punti di belvedere.

Per chi non volesse camminare, può scegliere di visitare la zona comodamente seduto sul trenino della Valcellina che vi offrirà un punto di vista sicuramente insolito!

La vecchia strada della Valcellina

Il percorso della vecchia strada della Valcellina segue la vecchia strada, un tempo unico collegamento di Barcis con la pianura. Il sentiero è molto semplice e adatto a tutti: si tratta infatti di una strada asfaltata che corre a filo delle pareti rocciose o le penetra attraverso numerose gallerie.

La vecchia strada della Valcellina attraversa l’intera forra, ed è possibile così osservare da vicino le erosioni dell’acqua sulla roccia e il contrasto con l’azzurro intenso dell’acqua.

Per sicurezza, la visita dev’essere fatta interamente con un addosso un caschetto che protegga da eventuali sassi franati dalle rocce. Un accortezza per la nostra sicurezza che diventa un motivo di divertimento in più, creando un mood avventuriero!

Il ponte tibetano

Inaugurato l’estate del 2016, il ponte tibetano sulla forra del Cellina è sicuramente l’attrazione più avvincente e interessante della zona.

Immaginate un ponte sospeso nel vuoto: sotto di voi acqua purissima e blu e le bianche pareti rocciose. Vi sembrerà di trovarvi in un’avventura di quelle che si vedono nei film, oppure in vacanza in un posto esotico… e invece, come sempre, è il nostro Friuli-Venezia Giulia che è capace di stupirci in mille modi diversi.

Attraversare il ponte è semplicissimo e si viene dotati di tutte le misure di sicurezza (imbracatura e moschettoni). Assolutamente da non perdere!

Riepilogo

Come arrivare: da Maniago seguire le indicazioni per Montereale Valcellina e poi per Barcis. Prima di arrivare in paese, svoltare a sinistra in località Ponte Antoi. Qui troverete l’accesso per la vecchia strada della Valcellina e per il sentiero del Dint, e la fermata del trenino della Valcellina.

Dove mangiare: consigliatissima l’Osteria Ponte Antoi che si trova proprio accanto alla biglietteria. Si mangia benissimo, prezzi onesti e soprattutto menù tipico!

Informazioni utili: 

Vecchia Strada della Valcellina – biglietto €3,00

aperta dalle 10.00 alle 18.00 (ultimo ingresso ore 17.00)

25 aprile  – 29 aprile – 30 aprile – 1° maggio – 2 giugno

Maggio –  Giugno – Luglio  2018: sabato e domenica

dal 21 luglio al 2 settembre 2018: tutti i giorni

Settembre 2018: sabato e domenica

Ponte Tibetano – biglietto €3,00 (direttamente in loco)

dalle 10.00 alle 17.00 tutti i giorni fino al 4 settembre

dal 4 al 25 settembre solo le domeniche

 

Potrebbe interessarti anche…

Comments

comments