CASEIFICI AGRICOLI OPEN DAY

Azienda Agricola Zore

Un pomeriggio alla scoperta dei produttori agricoli, per capire come funziona un’azienda che alleva animali da latte e produce formaggi: questo grazie alla prima edizione di Caseifici Agricoli Open Day. Noi abbiamo visitato l’Azienda Agricola Zore a Taipana. Leggi il nostro racconto!

L’EVENTO

Il 15 e 16 settembre si è svolta la prima edizione di Caseifici Agricoli Open Day, una giornata per raccontare, vivere e assaggiare i formaggi agricoli. Un’occasione unica per capire come funziona un’azienda agricola che alleva animali da latte e produce formaggi, e anche per assaggiare i loro squisiti prodotti, tutti ovviamente naturali senza aggiunta di conservanti e additivi chimici.

L’evento, promosso dall’Associazione delle Casare e dei Casari di Azienda Agricola, si è svolto in tutta Italia nei numerosi caseifici aderenti. Tra quelli presenti in Friuli-Venezia Giulia ci ha particolarmente incuriosito l’Azienda Agricola Zore, a Taipana, dove vengono allevate tenerissime caprette dal cui latte vengono ricavati formaggi e altri prodotti caseari.

Il programma prevedeva una visita guidata all’azienda agricola, con la spiegazione delle varie fasi di lavorazione, e la degustazione dei prodotti.

AZIENDA AGRICOLA ZORE

L’Azienda Agricola Zore si trova a Platischis, una frazione di Taipana, nell’Alta Val del Torre. Zore, nel dialetto locale, significa alba: perché è qui che comincia la giornata di un allevatore e delle sue caprette.

L’azienda agricola è guidata da Alessia Berra, originaria del luogo che, dopo essersi laureata in zootecnia e trasformazione del prodotti lattiero-caseari, ha deciso di tornare nella sua terra per allevare capre della razza Camosciata delle Alpi con il cui latte produce formaggi senza aggiunta di conservanti, addensanti e additivi chimici.

LA NOSTRA ESPERIENZA

Durante l’evento abbiamo appreso la routine dell’Azienda Agricola: sveglia alle 5.30, mungitura alle 6.30 e poi le capre vanno al pascolo intanto che gli allevatori si occupano di pulizie e della produzione dei prodotti caseari. Alla sera, verso le 17.30/18.00, le capre rientrano in stalla e dopo un’abbondante cena è di nuovo il momento della mungitura!

Abbiamo riaccompagnato le caprette in stalla assieme agli allevatori, e abbiamo assistito alla loro “cena” (solo fieno di produzione locale e miscele di cereali certificate NO OGM) e alla mungitura, molto interessante soprattutto per l’apparecchiatura moderna con cui viene effettuata. Il bello di questo allevamento è il rispetto totale della stagionalità di vita e di riproduzione degli animali: infatti, da dicembre a gennaio non producono latte, a differenza di ciò che accade negli allevamenti intensivi.

A coronamento di questa esperienza abbiamo potuto assaggiare alcuni dei loro deliziosi prodotti: il caprino morbido, la ricotta affumicata accompagnata dal miele e la formaggella (la nostra preferita!) in un tradizionale e curato angolino all’ingresso della stalla, tra covoni di fieno e attrezzi del mestiere.

Un’esperienza magnifica per noi, ma pensiamo ancora di più per i bambini, che si sono divertiti all’aria aperta imparando cose nuove e soprattutto capendo la differenza tra i prodotti genuini e quelli della grande distribuzione.

LE RICETTE DE LA CUCINA DI ELI

CREMA DI CAPRINO CON MIELE, NOCI E FICHI & TORTINI DI PATATE CON CACIOTTA DI CAPRA

Abbiamo portato ad Elisa i formaggi acquistati durante la nostra giornata all’Azienda Agricola Zore. 

Con il caprino morbido ha realizzato una splendida crema di caprino con miele, noci e fichi perfetta come antipasto. E con la caciotta di capra ha realizzato dei tortini di patate da servire sia come antipasto che come primo.

RIEPILOGO

Come arrivare: da Udine seguire le indicazioni per Reana del Rojale, Qualso e poi Taipana. Da Taipana salire ancora fino a raggiungere Platischis.

Da non perdere: l’acquisto dei prodotti dell’Azienda Agricola

Dove mangiare: poco lontano, in località Campo di Bonis, all’omonimo agriturismo

 

Potrebbe interessarti anche…

Comments

comments