TORTA DI ZUCCA & CIOCCOLATO GLASSATA

Torta di zucca: un dolce soffice e morbido, profumato al cioccolato.

La zucca si percepisce in modo delicato, ma il suo gusto non è invadente. Una torta perfetta per la merenda e la colazione.

Io per prepararla ho utilizzato farina di farro integrale, ma potete utilizzare quella di frumento tradizionale.

PORZIONI

per 4 persone

PREPARAZIONE

15 minuti

COTTURA

25 minuti

INGREDIENTI (per uno stampo da ciambella di circa 18 cm)

  • 130 gr di polpa di zucca cruda
  • 160 gr di farina di farro integrale
  • 40 gr fecola di patate
  • 50 ml olio di semi
  • 40 ml latte intero
  • 2 uova grandi
  • Mezza busta di lievito
  • 125 gr cioccolato fondente
  • 30 gr panna fresca

PREPARAZIONE

Per prima cosa ho tritato finemente con un robot da cucina la zucca con l’olio e il latte fino ad ottenere un composto cremoso.

Ho poi montato le uova intere con lo zucchero fino a renderle bianche e spumose, quindi almeno per 4/5 minuti.

Ho poi unito la purea di zucca al composto mescolando bene.

Ho setacciato  la farina, la fecola, il lievito e li ho uniti delicatamente al composto mescolando bene.

Ho aggiunto il cioccolato tritato.

Ho imburrato e infarinato una tortiera. Ho versato il composto e ho cotto a forno statico per 25 minuti a 170º.  Consiglio sempre la prova stecchino.

Una volta sfornata la torta l’ho fatta raffreddare su una graticola e nel frattempo ho preparato la glassa mettendo in un pentolino il cioccolato e la panna facendoli fondere a fiamma bassissima.

Ho poi glassato il dolce.

IL CONSIGLIO

Se volete rendere ancora più aromatico il vostro dolce, nell’impasto potete unire la scorza di un’arancia biologica grattugiata.

L’INGREDIENTE FRIULANO

LA ZUCCA DI VENZONE

Venzone è molto legata alla zucca a causa di una leggenda, La leggenda della zucca d’oro, che è causa del soprannome di “Cogoçârs”  dato ai venzonesi è che ha anche ispirato la famosa “Festa della Zucca”.

Narrano le antiche cronache che la nobilissima comunità di Venzone […] quando volle portare a termine il campanile si trovò sprovvista del denaro necessario. […] Il consiglio, allora radunato d’urgenza, decretò provvedimenti straordinari: i pedaggi sulle merci vennero raddoppiati, tutti i forestieri transitanti per Venzone vi dovevano lasciare un’offerta, si dovevano prestare giornate di lavoro gratuito … e così, pur tra qualche malumore e qualche lite, si riuscì a ultimare anche la guglia del Duomo che fu ricoperta tutta di rame.

Mancava ancora qualcosa e per questo fu chiamato un maestro di Udine che coronò la bella opera con una splendida palla dorata sormontata da una croce. Restò male l’artista quando si presentò al Consiglio per ricevere la ricompensa del suo lavoro: gli venne detto che il consiglio era in strettezze e che pure lui doveva contribuire allo sfarzo del Comune di Venzone con qualche giornata di lavoro gratuito … insomma il Consiglio per sua bontà gli concedeva soltanto un terzo della somma pattuita.

Non disse nulla il brav’uomo, si mostrò soddisfatto e ringraziò, ma in cuor suo giurò di ripagarsi dello scorno subito […]
Nel cuor della notte salì sull’impalcatura del campanile, che non era stata tolta, e sostituì la bella palla d’oro lucente con una fresca zucca così ben dipinta che nessuno si sarebbe accorto della sostituzione. […]

Dopo qualche tempo si accorsero di qualcosa di strano lassù sopra la guglia del campanile: la palla mutava colore e forma … i venzonesi facevano le più impensate supposizioni, ma quale non fu la loro meraviglia quando un giorno videro cadere giù la palla in certi pezzi gialli simili ai resti di una focaccia spappolata. […]

I camerari del Duomo diedero subito ordine che i resti fossero tolti e che lo scandalo non si propagasse, ma caso volle che proprio quel giorno fossero passati alcuni “Carnielli” che ben volentieri divulgarono la beffa ai quattro venti e fu così che i venzonesi fino ai nostri giorni venissero chiamati i “Cogoçârs”.

Fonte: venzoneturismo.it 

Leggi il nostro articolo su Venzone: Venzone, uno dei Borghi più belli d’Italia

Altre ricette

Comments

comments