Udine insolita

5 luoghi e curiosità sulla nostra città

Vi portiamo alla scoperta di una Udine insolita: in questo articolo non menzioneremo il Castello o Piazza San Giacomo, ma vi mostreremo i nostri luoghi preferiti e alcune peculiarità. Visita Udine assieme a noi! 

Non vi abbiamo mai raccontato di Udine, della nostra città, che viviamo quotidianamente e tanto amiamo. Non per mancanza di voglia o perché non amiamo trascorrere del tempo tra le strade del centro storico, ma perché abbiamo sempre pensato che in fondo tutti la conoscono e quindi non ci sarebbe stato bisogno di raccontarvela. 

Durante il periodo di zona arancione abbiamo avuto il piacere di trascorrere molto tempo nel centro della nostra amata città, e ci siamo resi conto che forse alcuni angolini e piccole curiosità che noi diamo per scontate non siano noti a tutti. 

Vi portiamo alla scoperta di una Udine insolita: in questo articolo non menzioneremo il Castello o Piazza San Giacomo, ma vi mostreremo i nostri luoghi preferiti e alcune peculiarità.

1. La casa più antica di Udine

In via Mazzini, vicino a Palazzo Antonini, si trova l’unico edificio rimasto in città in stile romanico risalente al 1300. Questa abitazione apparteneva a una famiglia di artigiani, infatti fino a inizio 1800 al piano terra si trovava un calzolaio. Visitarne gli interni, purtroppo, al momento è un po’ complesso, è necessario infatti contattare l’Università.

2. Giardini del Torso

Poco conosciuti e un po’ defilati, i Giardini del Torso sono sicuramente il nostro luogo preferito per una passeggiata nella natura e un po’ di ristoro all’ombra durante l’estate. Uno spazio verde arricchito da due logge e una fontana ottagonale, che lo rendono elegante e senza tempo. 

3. il contenitore per gli strumenti meteorologici in ferro battuto di Alberto Calligaris

All’interno della Loggia del Lionello si trova questa meravigliosa opera in ferro battuto, realizzata da Alberto Calligaris, maestro della lavorazione artistica del ferro battuto del primo novecento in Friuli. 

Al suo interno si trovano un termometro e un barografo (che misura la pressione atmosferica) a rullo e un igrometro. 

Appeso al soffitto si trova invece il termometro a spire bimetalliche di Arturo Malignani. Le differenze termiche vengono riportate su una scala tarata e visibile lungo la circonferenza che circonda il termometro.

4. Un angolo colorato

In corte Porta Nuova, dietro la Biblioteca Civica, vi sorprenderà trovare un angolo che porterà colore anche alla giornata più piovosa!

5. Un simbolo della città: Angelo Bullo

Chiunque passeggi nel centro storico si sarà sicuramente imbattuto in questo pittore all’opera mentre dipinge uno degli scorci della città. È nato a Chioggia ma ormai da una ventina d’anni si è stabilito a Udine. Dipinge qualunque cosa, ma ama in particolare rappresentare gli scorci cittadini per stare al contatto con le persone. È molto solare e socievole, quindi se siete curiosi fermatevi a chiacchierare con lui!

6. Lo storico amaro

L’Amaro di Udine risale al 1400 circa, nasce da una ricetta di frati Udinesi. Viene commercializzato a partire dal 1846, e da un secolo viene prodotto dalla Famiglia Colutta dell’omonima farmacia (dove potete acquistarlo). A base di erbe, si ricorda per il suo gusto decisamente amaro! 

7. La Cappella del Monte di Pietà

Questa piccola Cappella si trova in Via Mercatovecchio, incorporata nel palazzo omonimo. Ospita La Pietà, una delle opere più prestigiose della scultura barocca del Friuli, opera dell’olandese Enrico Meyring. 

Anche voi avete dei luoghi preferiti a Udine? Raccontateci quali!

Potrebbe interessarti anche…

Comments

comments