I 5 luoghi da non perdere in Carnia

per un weekend perfetto in Friuli Venezia Giulia

La Carnia è una delle zone che apprezziamo maggiormente della nostra Regione. Abbiamo selezionato per voi 5 luoghi da non perdere se volete visitare la Carnia!

(Non c’è un ordine di importanza, l’ordine è casuale!)

1. SAURIS

Sauris, Zahre in dialetto locale, è una piccola perla montana delle Dolomiti Friulane, in Carnia. Un lago dall’azzurro intenso dà il benvenuto nella vallata, caratterizzata da natura incontaminata, malghe e un’architettura estremamente particolare.

Sauris ha infatti una storia molto antica. I primi abitanti giunsero da qualche valle al confine tra la Carinzia e il Tirolo attorno alla metà del 1200: la leggenda narra che furono due soldati in cerca di rifugio. Per questo qui si parla un dialetto tedesco, appartenente al gruppo linguistico del bavarese meridionale: il saurano. 

Leggi il nostro articolo su Sauris

2. PESARIIS

Pesariis è un piccolo borgo della Carnia, situato nella Val Pesarina, ed è conosciuto come “Il Paese degli Orologi”.

Il nome Pesariis sembra derivi dal toponimo “in villa de Pesargis” che a sua volta deriva dalla pesa della dogana cui erano soggette le mercanzie che transitavano per il vicino valico di Lavardet. Questo paese infatti si trova sulla strada per il Cadore.

È uno dei borghi più belli della Carnia, grazie alle sue viuzze e alle abitazioni tipiche di inizio ‘600, molto ben conservate.

Passeggiare nel borgo è come fare un viaggio nel tempo… andando indietro nel tempo, a come si viveva in un borgo contadino, e viaggiando nel tempo, a ritmo del ticchettio degli orologi.

Leggi il nostro articolo su Pesariis 

3. SUTRIO

Sutrio è uno dei più caratteristici borghi della Carnia, caratterizzato da un centro storico ben conservato, con case tipiche in pietra e stradine lastricate.

Questo borgo è conosciuto per la presenza di alcune tra le più apprezzate botteghe artigiane di intaglio e scultura di tutta la regione. Non a caso, il primo fine settimana di settembre ospita la rassegna “Magia del legno”.

Inoltre durante l’estate ospita il più grande evento dedicato ai cjarsons, piatto tipico della Carnia.

Leggi il nostro articolo sulla festa dei cjarsons a Sutrio 

4. PANI & RAVEO

Raveo, tra i più piccoli borghi della Carnia e dell’intero Friuli Venezia Giulia, è conosciuto soprattutto per i famosi biscotti Esse di Raveo.

Poco lontano dal centro del paese si trova la Valle di Pani, un bellissimo altopiano (raggiungibile in auto) con vista straordinaria sulla Valle del Tagliamento.

5. GIVIGLIANA

Givigliana è un piccolo borgo caratteristico che fa parte di un comune, Rigolato, altrettanto particolare. Qui si parla infatti un friulano diverso dal resto della Carnia: le parole finiscono sempre in “o”, pur mantenendo l’articolo (la glesio – la chiesa).

Le sue caratteristiche principali sono: il fatto che si trovi in forte pendenza (sul quale vengono fatte diverse battute: si dice infatti che le galline abbiano le “mutande” per evitare che le uova rotolino giù a Rigolato) e il campanile colorato.

Leggi il nostro articolo su Givigliana

Potrebbe interessarti anche…

Comments

comments