Ciaspolata al Rifugio Eimblateribn

da Sauris di Sotto

Ciaspolata al Rifugio Eimblateribn: un sentiero adatto a tutti, tenuto benissimo. Come punto di arrivo un rifugio con cucina dove gustare un ottimo frico. Ciaspola assieme a noi!

SAURIS

Sauris, Zahre in dialetto locale, è una piccola perla montana delle Dolomiti Friulane, in Carnia. Un lago dall’azzurro intenso dà il benvenuto nella vallata, caratterizzata da natura incontaminata, malghe e un’architettura estremamente particolare.

Sauris ha infatti una storia molto antica. I primi abitanti giunsero da qualche valle al confine tra la Carinzia e il Tirolo attorno alla metà del 1200: la leggenda narra che furono due soldati in cerca di rifugio. Per questo qui si parla un dialetto tedesco, appartenente al gruppo linguistico del bavarese meridionale: il saurano. 

Leggi il nostro articolo su Sauris

IL SENTIERO

Il sentiero per arrivare al Rifugio Eimblateribn parte nei pressi del Prosciuttificio Wolf a Sauris di Sotto (quota 1.212 m).

Si lascia il prosciuttificio sulla destra e si prosegue a piedi lungo la strada asfaltata, verso località Raitrn seguendo le indicazioni per il Rifugio Eimblateribn, che ritroverete lungo tutto il sentiero.

Terminate le abitazioni si procede verso destra seguendo i cartelli in legno “Rifugio Eimblateribn” che troverete di frequente lungo la strada: impossibile sbagliare!

Inizialmente il sentiero è asfaltato e costeggia la pista da sci: da qui si può godere di uno stupendo panorama sul borgo di Sauris di Sotto. Successivamente, la strada diventa sterrata e la camminata procede con saliscendi in mezzo al bosco.

Qui potete decidere di indossare le ciaspole oppure proseguire a piedi (se avete delle buone scarpe da trekking!). Vi consigliamo di chiedere informazioni all’Infopoint di Sauris di Sotto (che si trova di fronte alle piste da sci): loro vi sapranno dire se il sentiero è stato battuto (e quindi è possibile percorrerlo a piedi) oppure se vi è tanta neve fresca e quindi sono consigliate le ciaspole.

Noi abbiamo deciso di percorrerlo un po’ a piedi e un po’ con le ciaspole, anche perché così potevamo fare qualche metro “fuori pista”. Inoltre, in salita, la tenuta è sicuramente migliore!

Se decidete di fare questo sentiero in un periodo particolarmente freddo, vi consigliamo di portare con voi dei ramponcini per evitare di scivolare sul ghiaccio, soprattutto al ritorno in discesa!

Il sentiero è molto bello e quasi tutto immerso nel bosco, ma allo stesso tempo ci sono diverse radure e spazi soleggiati. Ci è piaciuto moltissimo anche perché all’arrivo ci si può riposare mangiando dell’ottimo frico annaffiato da Birra Zahre al Rifugio Eimblateribnuno dei pochi aperti anche in inverno!

Il rientro avviene lungo lo stesso percorso dell’andata, oppure se volete camminare ancora potete proseguire lungo il sentiero 2B Hinterdolbe che arriva fino a Lateis.

Sentiero e mappa li trovate qui → mappa sentieri Sauris

  • Punto di partenza: Sauris di Sotto (quota 1.212 m)
  • Punto di arrivo: Rifugio Eimblateribn (quota 1.425 m)
  • Dislivello in salita: 200 m
  • Quota massima: 1.425 m
  • Quota minima: 1.212 m
  • Lunghezza: 3 km (andata) 3 km (ritorno) fino al Rifugio
  • Nostri tempi di percorrenza: 2 ore (andata) 1,5 ore (ritorno)

dislivello in salita

200

METRI

quota massima

1425

METRI

quota minima

1212

METRI

lunghezza

6

CHILOMETRI A/R

tempo di percorrenza

2

ORE

DIFFICOLTà

Riepilogo

Come arrivare a Sauris: Prendere l’autostrada direzione Tarvisio, uscire a Carnia. Qui proseguire in direzione Tolmezzo, poi Villa Santina. A Villa Santina, proseguire in direzione Enemonzo e proseguire dritti fino ad Ampezzo, dove si troveranno ad un certo punto le indicazioni per Sauris.

Dove noleggiare le ciaspole: C’è un unico noleggio e si trova a Sauris di Sopra – quindi dovete proseguire in auto fino al paese dopo (Sauris di Sopra, appunto). Il noleggio si chiama Domini Graziano e siccome non c’è nemmeno un cartello per raggiungerlo vi consigliamo di inserire su Google Maps “Albergo Slalom” che è il punto più vicino.

Potrebbe interessarti anche…

Comments

comments