Cividale

un pomeriggio tra storia e natura

Cividale del Friuli è sicuramente una delle città più affascinanti della nostra regione: piena di vita, cultura, storia e paesaggi mozzafiato. Se nel weekend non sapete che fare, Cividale è sempre la scelta giusta!

Una delle cose da non perdere? Il Tempietto Longobardo, una delle più importanti opere architettoniche della città. Vieni a scoprirlo assieme a noi!

CIVIDALE

Cividale del Friuli è sicuramente una delle città più affascinanti della nostra regione: piena di vita, cultura, storia e paesaggi mozzafiato. Se nel weekend non sapete che fare, Cividale è sempre la scelta giusta!

Cividale è stata fondata da Giulio Cesare nel II secolo a. C, con il nome di Forum Julii da cui, per contrazione, è nato il nome “Friuli”.

La nostra visita, questo sabato pomeriggio, è partita come sempre da una passeggiata sul ponte del diavolo, uno dei simboli della città. La leggenda narra che questo ponte sia stato donato dal diavolo in persona! Da qui potrete godere di una vista mozzafiato, ed è il punto migliore per scattare foto memorabili.

Vi consigliamo di scendere sulle rive del Natisone (ci sono diversi accessi, ai lati del ponte) per avere un punto di vista diverso e vedere la città “dal basso”. Qui potrete vedere più vicino le verdi acque del Natisone, dove d’estate moltissimi fanno il bagno!


Ogni anno, ad agosto, si svolge il Palio di San Donato, rievocazione storica che consiste nelle gare pedestri e di tiro all’arco e balestra che si svolgono entro le mura della città mettendo in competizione i cinque borghi storici.

Percorrendo le vie di una cittadina già antica per i suoi palazzi e le sue strade lastricate si respirano odori e si sentono suoni di altri tempi, ci si ritrova in un mondo parallelo, in una grande festa della città dove le persone viaggiano a cavallo, le ragazze ballano danze propiziatorie, i bambini giocano a fare gli scudieri, i commercianti ci propongono di acquistare gioielli preziosi realizzati a mano, cibi realizzati con ingredienti poveri ma gustosi, coroncine di fiori e amuleti.

Leggi il nostro articolo sul Palio di San Donato 

TEMPIETTO LONGOBARDO

Una delle cose da non perdere a Cividale?

Il Tempietto Longobardo, una delle più importanti opere architettoniche della città.

Lo sapevate che il suo nome è improprio? Non si tratta, infatti, di un tempietto, bensì di una cappella palatina, ovvero di una cappella privata ubicata nel palazzo di un regnante. Fu infatti edificato verso la metà dell’VIII secolo nel luogo in cui un tempo sorgeva la gastaldia, ovvero il palazzo del gastaldo, signore della città.

Nel corso dei secoli il Tempietto fu più volte ristrutturato. Attualmente il coro ligneo è in fase di ristrutturazione (a distanza di un secolo e mezzo dall’ultimo intervento conservativo risalente agli anni 1859-60). Per questo motivo nelle nostre foto vi sembrerà che “manchi qualcosa”! Il cantiere di restauro si trova nella vicina Chiesa di S. Giovanni ed è visitabile con visite guidate programmate il giovedì, ogni 15 giorni, dal fino al mese di marzo 2019.

Info & prenotazioni QUI 

l Monastero di Santa Maria in Valle e il Tempietto Longobardo sono stati dichiarati nel 2011 Patrimonio dell’Umanità nell’ambito del sito seriale “ Italia Longobardorum. I luoghi del poter (568-774)”.


Orari di apertura

ORARIO ESTIVO (dal 1^ aprile al 30 settembre)

da Lunedì a Venerdì   10.00 – 13.00 e 15.00 – 18.00
Sabato, Domenica e festivi 10.00 – 18.00

ORARIO INVERNALE (dal 1^ ottobre al 31 marzo)

da Lunedì a Venerdì 10.00 – 13.00 e 14.00 – 17.00
Sabato, Domenica e festivi  10.00 – 17.00

Riepilogo

Come arrivare a Cividale: da Udine seguendo Via Cividale o dalla tangenziale nord.

Da non perdere: la vista della città dalle sponde del Natisone

Dove mangiare: nei ristoranti del centro per poi portarsi a casa un dolce della tradizione (Gubana o strucchi) dalla Pasticceria Catarossi

 
CIVIDALE

Potrebbe interessarti anche…

Comments

comments