MARE NOSTRUM

Festival a Grado

Mare Nostrum è un festival che anima le vie di Grado all’inizio di ottobre, omaggiando la cultura del mare attraverso i suoi saperi e i suoi sapori. Un weekend dove poter degustare i piatti di mare gradesi e scoprire le radici e le tradizioni dell’antica Isola di Grado!

GRADO

Grado, chiamata l’Isola del Sole, è una delle località marittime del Friuli Venezia Giulia assieme a Lignano Trieste.

Una località che porta con sé le tradizioni di un antico villaggio di pescatori, con un centro storico meraviglioso che ricorda le calli di Venezia. Un luogo meraviglioso per trascorrere le vacanze estive tra arte, cultura e relax: insignita della Bandiera Blu da 28 anni consecutivi, offre oltre cinque chilometri di spiagge interamente rivolte a sud.

Leggi il nostro articolo sulla Riserva Naturale Foce dell’Isonzo 

Il turismo qui ha una storia antica: fin dall’800 l’aristocrazia asburgica veniva qui per i bagni e le pregiate Terme marine di Grado. 

Il particolare ambiente lagunare che la circonda è particolarmente interessante per birdwatching e percorsi ciclabili. Poco lontano si trovano infatti due riserve naturali: Valle Cavanata e Foce dell’Isonzo.

Leggi il nostro articolo sull’Isola di Barbana a Grado. 

MARE NOSTRUM

Mare Nostrum è un festival che anima le vie di Grado all’inizio di ottobre, omaggiando la cultura del mare attraverso i suoi saperi e i suoi sapori. Immaginate di tornare indietro nel tempo, quando Grado era un villaggio di pescatori, e avventurarvi tra le sue calli assaggiando pietanze di mare, incontrando personaggi fantastici delle leggende gradesi e ascoltando i segreti del mare da pescatori e marinai.

MARE_NOSTRUM_GRADO

CUCINA TIPICA

Sicuramente il cuore dell’evento sono i sapori e i piatti tradizionali della cucina gradese. Oltre alla ricca offerta proposta dai ristoranti, potrete degustare piccoli assaggini nelle stazioni-degustazione che si trovano all’esterno dei ristoranti aderenti alla manifestazione. Ogni ristorante propone uno o più piatti tipici, come il boreto, le seppie in umido, il baccalà con la polenta, i fasolari e molto altro. Per acquistare questi piatti dovrete cambiare gli euro in corone, unica moneta accettata dagli “antichi gradesi”.

Utilizzando la mappa potrete scegliere i piatti che preferite e creare il vostro percorso di degustazione tra le calli, il centro moderno e il porto, accompagnando il tutto con del buon vino scelto direttamente nei ristoranti o nelle osterie, oppure in uno degli stand dei produttori.

Noi abbiamo composto il nostro menù partendo con un antipasto di tartine di alici con cipolle oppure con pomodorini e capperi all’Osteria Filomena, accompagnate da due ottimi calici di Prosecco. Abbiamo poi scelto il baccalà con polenta nell’Osteria da Rino, abbinandolo con due calici di Pinot Grigio, e terminato con due golose fette di dolce.

CULTURA & TRADIZIONI

Grado torna indietro nel tempo quando era un villaggio di pescatori. Il centro storico è quindi animato da pescatori, marinai e artigiani, che fanno rivivere ogni aspetto della cultura del mare e delle sue tradizioni.

Cori di canti popolari, teatro di strada, e spettacoli, ma anche laboratori, come quello sull’arte dei nodi, giochi popolari e personaggi fiabeschi di miti e leggende.

Volete conoscere ogni aspetto della cultura gradese? Questo è il momento migliore!

LA RICETTA DE LA CUCINA DI ELI

BORETO GRADESE RIVISITATO

Per questa ricetta mi sono ispirata al Boreto gradese, una zuppetta di pesce semplicissima preparata con quello che il mare nella notte aveva offerto.
Preparata tradizionalmente con pesce azzurro, nella mia versione ho aggiunto anche dei moscardini e delle vongole, tutto rigorosamente dell’Adriatico.

Riepilogo

Come arrivare a Grado: da Udine seguire viale Palmanova, proseguire in direzione Gorizia fino a Palmanova e poi seguire in direzione Grado.

Da non perdere: le degustazioni dei piatti tipici

Dove mangiare: negli stand della festa

 
MARE_NOSTRUM_GRADO

Potrebbe interessarti anche…

Comments

comments