Sesto Al Reghena

uno dei Borghi più Belli d’Italia

Sesto al Reghena è uno dei più antichi borghi del Friuli Venezia Giulia, sviluppatosi attorno al monastero di Santa Maria in Sylvis fondato nel 735 circa. Dal 2014 tra i Borghi più Belli d’Italia. Visitalo assieme a noi!

I BORGHI PIÙ BELLI D’ITALIA

Il Club dei Borghi più Belli d’Italia è stato fondato nel 2001 su iniziativa della Consulta del Turismo dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) per valorizzare anche i piccoli paesini dell’Italia solitamente fuori dai grandi circuiti turistici, ma comunque ricchi di storia, cultura, arte e punti d’interesse.

Il Friuli Venezia Giulia conta 12 borghi facenti parte del club, tra cui Venzone che nel 2017 è stato eletto “Borgo dei Borghi”, concorso organizzato dalla RAI in cui ogni anno si sfidano 60 tra i più belli borghi italiani.

Borghi più Belli d’Italia in Friuli Venezia Giulia:

SESTO AL REGHENA

Sesto al Reghena è uno dei più antichi borghi del Friuli Venezia Giulia, sviluppatosi attorno al monastero di Santa Maria in Sylvis fondato nel 735 circa.

Il suo nome deriva da Sesto, una stazione militare romana situata al sesto miliario della strada che collegava Iulia Concordia con il Norico, e Reghena, il fiume che scorre nel borgo.

Ciò che più colpisce è sicuramente la perfetta conservazione architettonica delle abitazioni, che nei dintorni dell’abbazia conservano l’aspetto di un tempo – caratteristica che lega poi gran parte dei Borghi più Belli d’Italia. Grande fascino è dato però dai ponticelli in legno e dai camminamenti intorno al fiume Reghena, che rendono il paesaggio estremamente pittoresco.

Questo borgo così antico ha in realtà un’anima estremamente contemporanea e non convenzionale: ogni anno qui si tiene Sexto ‘nplugged, manifestazione musicale nota per la qualità e la ricercatezza delle sue proposte artistiche.

ALCUNI PUNTI D’INTERESSE

IL MONASTERO DI SANTA MARIA IN SYLVIS

L’Abbazia di Sesto era detta anche in Sylvis perché a quel tempo immersa in una vasta foresta (silva in latino) ed è una delle più importanti istituzioni monastiche del Friuli. Del complesso, sono ancora ben conservati torre Grimani, dove fino al Settecento vi era il ponte levatoio, la torre campanaria, l’antica cancelleria abbaziale e la residenza degli abati. 

L’URNA DI SANT’ANASTASIA

I resti di una cattedra di marmo greco d’età longobarda. Prima di essere trasformato in urna per le reliquie della santa, era un leggio o un ambone da coro. Si trova nella cripta situata sotto il presbiterio della chiesa abbaziale.

GIARDINO BUROVICH

Classico giardino all’italiana della prima metà del Novecento

VILLA FABRIS e VILLA FRESCHI

Due esempi di “villa” in Friuli, con facciata monumentale e oratorio. Villa Freschi si trova in realtà nella frazione di Ramuscello, e purtroppo non è visitabile essendo di proprietà privata.

PRATI BUROVICH

Una rara testimonianza delle sistemazioni agrarie rurali che interessarono la pianura veneto-friulana fra XVIII e XIX secolo. La passeggiata dei prati Burovich si conclude con il Lago Premarine.

AREA DEI MULINI DI STALIS

Un esempio architettonico ancora piuttosto integro dell’arte molitoria

Riepilogo

Come arrivare a Sesto al Reghena: da Udine andare in direzione Codroipo, poi Casarsa della Delizia e infine San Vito al Tagliamento. Da Trieste in autostrada – uscita Portogruaro.

Da non perdere: una visita all’abbazia, Villa Fabris

 

Potrebbe interessarti anche…

Comments

comments